IT nel mondo

IT nel mondoIn questa sezione ospiteremo notizie, resoconti, presentazioni di eventi e manifestazioni riguardanti la vita dell’Istituzione nelle diverse parti del mondo in cui è presente.

 

Per maggiori informazioni si può consultare il sito internazionale dell’Istituzione Teresiana (www.institucionteresiana.com), in lingua spagnola ed inglese.

 

 

 

 

 

 

L’Istituzione Teresiana vuole essere partecipe e condivide l'appello di don Luigi Ciotti, Presidente Nazionale di Libera, e di Mons. Giovanni Ricchiuti, Presidente Nazionale di Pax Christi:

- riaffermiamo con forza che è dovere degli uomini di governo garantire il diritto ad essere salvati e accolti a chi è in pericolo di vita;

- consideriamo vergognoso e disumano servirsi di persone indifese e bisognose di soccorso come oggetti di ricatto per giochi di potere;

- Auspichiamo una rapida soluzione della situazione diventata insostenibile.

 

Di seguito si riporta l’appello di don Luigi Ciotti e un brano dal Vangelo di Matteo:

 

Quello che sta avvenendo con le 138 persone da troppi giorni stipate sulla Nave Open Arms senza possibilità di essere sbarcate ci sembra una provocazione impietosa e disumana.

Un anno fa, il 22 agosto, avevamo scritto: “La situazione in cui versano le 177 persone imbarcate nella nave Diciotti, a cui viene impedito di mettere piede a terra, ci retrocede – come tante altre vicende recenti e meno recenti – nel grado di civiltà e di umanità.”

Oggi ci ritroviamo a dire le stesse cose per la Open Arms.

E ancora oggi le persone continuano a morire in mare!

Non vogliamo intrometterci nelle valutazioni della Procura né nelle questioni partitiche, in questi giorni molto tese.

Vogliamo però ribadire che le persone si soccorrono e si accolgono.

È questo il dovere della politica, ma è anche il compito di un popolo che ha dimostrato tante volte la sua vocazione all’ospitalità.

Fino a quando dovremmo assistere a queste impietose e disumane provocazioni?

Le inadempienze della politica non possono ricadere sulle spalle degli ultimi e degli indifesi, usati oggi come strumenti di ricatto per bassi giochi di potere.

don Luigi Ciotti, Presidente Nazionale Libera Mons. Giovanni Ricchiuti, Presidente Nazionale di Pax Christi

 

Matteo 25,35-40
Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me.

Da Cracovia a Panama: il Sinodo in cammino con i giovani

Da Cracovia a Panama

Emilia Paniagua, membro dell’Istituzione Teresiana e Marina Sampayo, di Acit Joven (Spagna) hanno rappresentato l’Istituzione Teresiana nell’incontro “Da Cracovia a Panama. Il Sinodo in cammino con i giovani”, organizzato dal nuovo Dicastero della Santa Sede, Per i Laici, la Famiglia e la Vita, dal 5 al 9 aprile, nel Pontificio Collegio Internazionale Maria Mater Ecclesiae.

Hanno partecipato circa 300 giovani di 103 Paesi e 44 movimenti, associazioni o comunità convocati per rispondere al desiderio di Papa Francesco: “La Chiesa desidera porsi all’ascolto della voce, della sensibilità, della fede di ciascuno; così come dei dubbi e delle critiche. Facciano sentire a tutti il vostro grido, lo lascino risuonare nelle comunità e lo si faccia giungere ai pastori”. Tali parole fanno parte della lettera inviata ai giovani dal Papa nel convocare il prossimo Sinodo sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.

Michela e Rosario: due giovani, due esperienze concrete di integrazione europea

Roots and wings

Educazione per un Mondo Interdipendente (EDIW), è un'associazione Internazionale "No Profit" (aisbl) che, in collaborazione con l'Istituzione Teresiana, porta avanti nelle università, in organizzazioni e centri educativi, diverse iniziative che mirano a sviluppare le capacità dei giovani e favoriscono pratiche ed esperienze professionalizzanti di avviamento al mondo del lavoro. EDIW è registrata in Belgio con sede legale a Bruxelles. E’ capofila del progetto “Roots and Wings” (Radici e Ali) ed è partner in un progetto in Erasmus Plus denominato DARE+.  Ha coordinato l’appuntamento  nella capitale Belga di DARE+, che segue a quello tenutosi a Padova nel luglio del 2015, coordinato dall’Università di Padova.

Emergenza in PeruLa ONG InteRed - che opera in Perù con la Institucion Cultural Teresiana - ha indetto una campagna di solidarietà con il Perù. Emergenza in Perù: a 10.000 chilometri o a un click.

Nelle ultime due settimane il Perù ha subito la furia del Niño più distruttivo degli ultimi 60 anni. Le piogge torrenziali hanno trascinato con sé strade, case, animali … e hanno colpito più 665.000 persone in 24 delle 25 regioni del paese. Il numero di morti raggiunge le 80 persone. Il peggio è che si prevede che questo fenomeno meteorologico continuerà a sferzare il paese fino al mese di aprile.

Storia dell’Istituzione Teresiana in Italia (1934-1936)

Libro storia IT
I primi passi dell’Istituzione Teresiana in Italia vengono abilmente ricostruiti da Anna Doria in questo testo, a partire dal “Diario” che le protagoniste di questa avventura stilano giorno per giorno e dalle lettere che inviano a Pedro Poveda, fondatore dell’Opera, ed alla direttrice della stessa, Josefa Segovia.