GIORNATA MARIANA

ex-alunne dell’Istituto Magistrale San Pio X

 Ogni anno -da 25 anni- gli ex-alunni dell’Istituto Magistrale San Pio X di Rossano, per molti anni gestito dall’Istituzione Teresiana, e oggi Istituto delle Scienze Umane (in regime di cooperativa), organizzano la Giornata Mariana in una zona diversa del territorio Rossanese. Ecco una testimonianza di due ex-alunne.

Anche quest’anno l’appuntamento con la Vergine Maria è stato tanto desiderato, preparato e attuato nel miglior modo possibile. Si è scelto di viverlo a Calopezzati Scalo e Paese nei locali della Parrocchia. Il parroco don Nicola Alessio ci ha accolto con tanta gentilezza e disponibilità e ci ha illustrato le diverse attivita’ ludiche, laboratoriali e pastorali che si svolgono per ragazzi, giovani, adulti ed anche per gruppi di immigrati. Quest’anno ha aderito all’invito un buon numero di ex alunni e amici, eravamo infatti più di trenta persone, di cui venti si sono fermati per tutta la giornata, gli altri ci hanno raggiunto nel pomeriggio. Maria Rizzuti (ex-alunna), come padrona di casa, ha dato il saluto di benvenuto a tutti i partecipanti, puntualizzando che quest’anno è il 25° anniversario della Giornata Mariana del gruppo Cariati–Torretta, iniziata nel lontano 1993 con Giulia Urruzola ed altri membri dell’Istituzione Teresiana e, voluta tenacemente lungo il corso degli anni da un buon gruppo di ex alunni.

Addolorata NeroVitalba Sorrentino (membro dell’Associazione Primaria della IT) ci ha introdotto al tema della Giornata: “La presenza di Maria nell’Istituzione Teresiana” proiettando delle immagini della Madonna delle varie case dell’Istituzione; ci ha spiegato la profonda devozione che il fondatore San Pedro Poveda aveva verso la Madonna. Ha precisato che, come le zie lo hanno affidato appena nato alla protezione di Maria, anche lui ha fatto lo stesso con l’Istituzione, tanto da affermare: “Preferirei vedere scomparire l’Istituzione Teresiana che diminuire in essa la devozione alla Vergine Maria”. L’immagine su cui ci siamo particolarmente soffermate e che ha fatto da perno all’intera giornata è stata quella dell’Addolorata; la presenza in questo paese di una chiesetta dedicata proprio a Lei, è stata una bella sorpresa, l’abbiamo visitata. Ci ha colpito la bellezza del volto della Madonna che ispira dolcezza e pace, malgrado il momento di sofferenza. Davanti a Lei abbiamo pregato, interiorizzato e condiviso. Abbiamo meditato sulla duplice maternità di Maria: a Betlemme è madre di Gesù, sul Golgota è madre di tutti noi, cioè della Chiesa. Il concetto di maternità pertanto si fonde con quello di fraternità, nella misura in cui siamo figli siamo fratelli tra di noi. Abbiamo riflettuto e meditato su: Gv.10,25-27, su una riflessione di Arantxa Aguado (ex Direttrice Generale dell’Istituzione Teresiana) e alcune parole di Papa Francesco sulla “maternita’ contagiosa di Maria che porta accoglienza, tenerezza e perdono”; inoltre abbiamo presentato alla Madonna i nostri propositi, i nostri bisogni spirituali e materiali e abbiamo pregato secondo le intenzioni di quelli che non hanno potuto partecipare. Non è mancata la visita culturale ai due capolavori della storia di Calopezzati, il Palazzo Giannoni di epoca normanna, secolo XIV ed il “Convento dei Riformati”.

Giornata MarianaIl momento conviviale da Maria Rizzuti è stato preparato da tutti e condiviso, in un clima di vera famiglia accogliente e gioiosa.

A conclusione della giornata il parroco ha celebrato per noi la Eucaristia, il coro della parrocchia ci ha fatto dono dei canti liturgici e i partecipanti ci hanno ringraziato e invitato a successivi incontri. Dopo, un gruppo ha fatto visita a due anziane signore impossibilitate a camminare, e anche da loro abbiamo ricevuto una lezione di fede, pazienza, serenità. Alla Madonna abbiamo chiesto col canto, di camminare insieme con noi e di aiutarci a tradurre in vita l’invocazione tanto cara a Josefa Segovia “Madre mia chi guarda me veda Te”. Si è distribuita la preghiera di Papa Francesco su Maria Stella della nuova evangelizzazione. Ci siamo lasciate con il proposito di ritrovarci l’anno prossimo per la “Giornata Mariana” indicando come probabile sito il Patirion di Rossano.


Teresa Mazzitello – Lucia Petrone

ex-alunne dell’Istituto Magistrale San Pio X