San Pedro Poveda

                                                                    Poveda                                            
Don Pedro Poveda era un uomo semplice, umile, audace e di dialogo, con una chiara coerenza tra il suo modo di sentire, di pensare e di fare, sostenuta con serena fortezza tra il pluralismo e la contraddizione. Non rassomigliava a quelli che si distinsero per il loro protagonismo, in un'epoca nella quale tutti desideravano avere un ruolo molto importante nel complesso scenario della vita spagnola. Era di quelli che, con discrezione, prendevano sul serio ciò che si doveva fare, lasciando gli onori, i primi posti e le lodi agli altri. Ma tutti lo conoscevano. Sapevano dove trovare padre Poveda sempre disposto ad ascoltare e a incoraggiare.

Pedro PovedaSe qualche caratteristica particolare attira l’attenzione sul modo abituale di collocarsi di Pedro Poveda, questa è la semplicità, la mitezza, l’umiltà. Era il suo, un modo discreto e attraente, vero, dove la coerenza tra il modo di pensare, sentire e fare, sembrava del tutto comune; era invece unico e singolare, di forte intensità.
(Pedro Poveda: La sua vita e il suo tempo, Roma 1993, 9)

 

 

"Credere fermamente e tacere non è possibile. Ho creduto, per questo ho parlato. Cioè, la mia convinzione, la mia fede non è vacillante, è ferma, incrollabile, e perciò parlo".

Il ricordo di san Pedro Poveda è rimasto unito alla fama della sua santità, alla novità di aver dato un decisivo e concreto impulso alla misione dei laici nella Chiesa e nel mondo, al suo qualificato contributo all'educazione e alla possibilità di generare progetti apostolici dinamici, capaci di rispondere, secondo il proprio carisma, alle necessità circostanti.

Poveda

Giovane, coraggioso, deciso, gli sembrava che tutto si potesse fare e, molto entusiasta del proprio ideale, si buttò a capofitto non per lamentarsi del molto che c'era da fare, ma per impegnarsi in quella che poteva. Così si comportò sempre. Ed ebbe pieno successo, un successo però molto particolare: diventò un grande santo. Un santo di quelli che insegnano come si vive e si muore per Cristo.

(E. Gonzalez, San Pedro Poveda: segno per la Chiesa e il mondo contemporaneo)