Chiesa e Società

                                                                          

 

Partecipazione all’incontro promosso dalla Conferenza episcopale del Lazio                                    

La Conferenza Episcopale del Lazio, Commissione per il Laicato,  ha invitato i  Vescovi del Lazio, i Presbiteri assistenti o delegati per il Laicato, i Rappresentanti e Assistenti regionali delle Aggregazioni laicali, i Segretari e/o presidenti delle Consulte Diocesane delle Aggregazioni Laicali, i Responsabili Laici della Commissione Regionale per il Laicato di nomina episcopale alla seconda iniziativa annuale della Conferenza Episcopale Laziale con il tema:  “Abitare il nostro tempo” .

                             

 

 

                      CRUX PRO ECCLESSIA ET PONTIFICE

                           A LIA PANERA

Il giorno 11 maggio Monsignor Giuseppe Satriano, Amministratore Apostolico di Rossano-Cariati, ha consegnato la “Crux pro Ecclesia et Pontifice” a Lia Panera, per il suo impegno a favore della Comunità Ecclesiale.

Lia è stata per sei anni responsabile della Caritas diocesana e oggi ne è la Direttrice emerita. Dopo avere a lungo insegnato Storia e Filosofia nei licei della zona, ha operato per molti anni nei quartieri più popolari e disagiati della città; ha fondato e promosso l’Associazione di Volontariato “Insieme”, da anni attiva con molteplici attività nel campo della formazione dei giovani.

La “crux pro Ecclesia et Pontifice” è la massima onorificenza che viene conferita a laici che si sono distinti per il loro servizio alla Chiesa.

                 

Ecco, noi saliamo a Gerusalemme…’ (Mt 20,18)

Quaresima: tempo per rinnovare fede, speranza e carità

 

Papa Francesco ricorda che la Quaresima è “un tempo di conversione” e che il digiuno, la preghiera e l’elemosina, così “come vengono presentati da Gesù nella sua predicazione”, sono “le condizioni e l’espressione della nostra conversione”

    

INCONTRO FORMATIVO CNAL SULL'ENCICLICA "FRATELLI TUTTI"

Comunico questo invito della CNAL per un incontro molto  interessante su temi fondamentali riguardanti la dignità della persona, i diritti umani e  il concetto di cittadinanza  in una realtà complessa come la nostra, caratterizzata da un forte pluralismo. (Locandina con i detagli)

         Avvento, tempo di attesa e di speranza

                

Papa Francesco, al termine dell’udienza generale del giorno 25 novembre, ha invitato a dedicare momenti di preghiera ispirati dalle settimane che preparano al Natale. Ha voluto ricordare alla Chiesa e al mondo l'importanza del periodo liturgico che sta per cominciare. “In questi tempi difficili per molti, sforziamoci di riscoprire la grande speranza e la gioia che ci dona la venuta del Figlio di Dio nel mondo”… “Cristo viene già ora nei piccoli e nei bisognosi per prepararci, in pienezza, al grande incontro con Lui”.

INVITO alla lettura di "Fratelli tutti"

 

L'Encíclica “Fratelli Tutti” di Papa Francesco sulla fraternità e l’amicizia sociale è un messaggio di Gesù che ci invita a “riconoscerci come fratelli e sorelle e quindi vivere tutti nella casa comune che il Padre ci ha affidato”. In essa il Papa propone un programma di vita per chi vuole collaborare alla costruzione di un mondo più giusto e fraterno, a partire dalla vita quotidiana, dalla politica, dalle istituzioni e dall'impegno personale verso i più svantaggiati. Invita a cambiare il cuore per vivere  una fraternità aperta a tutti.

In ‘Fratelli Tutti’, Francesco, attraverso la parabola del Buon Samaritano, invita tutti a riscoprire il prossimo e a ricostruire il mondo mettendo al centro i poveri. Si ispira a Francesco de Assisi e fornisce una forma di vita “dal sapore di Vangelo” Spiega: “l’essenziale di una fraternità aperta, che permette di riconoscere, apprezzare e amare ogni persona al di là della vicinanza fisica, al di là del luogo del mondo dove è nata o dove abita”. Senza imporre dottrine ma comunicando l'amore di Dio.

                                                     Incontro

 

“Le realtà ecclesiali, segno di speranza” è il titolo che la Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali (CNAL) della CEI, ha scelto per un momento di scambio a livello nazionale tra le diverse realtà laicali della Chiesa italiana. L'incontro nasce dal desiderio di interrogarci, in una prospettiva di futuro, sul nostro modo di essere Chiesa: quale Chiesa, quale fede, quale sinodalità, quale incarnazione nel qui e ora? Il mondo è infatti il campo che il Signore ci affida, per coltivarlo e custodirlo, e non possiamo accontentarci di una fede di “sagrestia”. Siamo Chiesa in uscita e dobbiamo avere il coraggio di sporcarci le mani, perché la società sia sempre più secondo il sogno di Dio.

L’incontro si svolgerà sabato 18 luglio sulla piattaforma “Zoom” dalle 09:15 alle 12:30.  Informazione per partecipare nel programma.

 

Io accolgo

 

Emergenza abitativa, emergenza rifiuti, emergenza decoro, emergenza migranti, emergenza freddo. L’emergenza, a Roma come a livello nazionale, è divenuta la chiave attraverso la quale mobilitare risorse e azioni straordinarie con cui affrontare le situazioni più diverse, comprese quelle legate a disagio e povertà, su cui si continua ad agire con sgomberi, ordinanze, senza proporre alternative a migliaia di persone costrette a vivere per strada o in insediamenti informali sul territorio cittadino.

L’Istituzione Teresiana vuole essere partecipe e condivide l'appello di don Luigi Ciotti, Presidente Nazionale di Libera, e di Mons. Giovanni Ricchiuti, Presidente Nazionale di Pax Christi:

- riaffermiamo con forza che è dovere degli uomini di governo garantire il diritto ad essere salvati e accolti a chi è in pericolo di vita;

- consideriamo vergognoso e disumano servirsi di persone indifese e bisognose di soccorso come oggetti di ricatto per giochi di potere;

- Auspichiamo una rapida soluzione della situazione diventata insostenibile.